Feedback “sonno bEt®” // bEt

13 Dec

Eccoci al resoconto della prima sfida… PERSA !
Questo post è diviso in due parti: 1) Introduzione (contenente una panoramica sul significato di “feedback” su gogogos; 2) Feedback (ovvero il feedback vero e proprio -per la prima volta in formato standard– della sfida del sonno).

INTRODUZIONE

La sfida che mi ero posto mi costringeva a dormire ogni giorno per 7 ore per notte, non un minuto di più. La sfida era discretamente rigida e sopratutto discretamente mal definita.

Una sfida maldefinita
Una sfida mal definita è una sfida che è imprecisa riguardo al risultato che voglio ottenere. Con la sfida del sonno mi volevo imporre di dormire 7 ore per notte e non un minuto di più ma non avevo ben definito se questo doveva essere un imperativo categorico oppure se potevo dormire 7 ore  e 1 minuto. Non avevo inoltre definito il “dormire”. Dormire è anche restare nel letto e rilassarsi, assonnati e pensierosi ?
Non sono sicuro se queste sono soltante scuse (anzi ne sono certo che lo siano 😀 ) ma sono sicuro che si impara anche dall’errore !!!

Si impara anche dall’errore
Decido di definire la sfida persa in quanto non mi sono svegliato OGNI GIORNO (imperativo categorico) dopo 7 ore e ho addirittura superato le 7 ore se vado a considerare la media.
Iniziare con un fallimento non è certo il massimo però sono convinto che si impara anche dall’errore.
Dall’errore si impara a migliorarsi e si capisce cio che va e cio che non va. Oltre a imparare a non settare sfide mal definite ho imparato che un grande ostacolo è proprio la motivazione. Faccio queste sfide per me oppure per il blog ? E se il blog sono io perchè non voglio vincerle ? Scrivere sul blog e spendere tempo per esporre i feedback può essere un noioso intralcio al focus sui risultati ? Attraverso queste domande ho capito che devo definire il “feedback tipo”…

Il feedback perfetto
Il feedback perfetto
per il blog gogogos dev’essere un feedback che mi stimoli all’azione. Deve quindi seguire queste direttive:

  1. Formato Standard. Ovvero deve rispondere a delle domande sempre uguali. Questo mi permette di non continuare a chiedermi continuamente <<come dovrei comporre il feedback su gogogos?>>;
  2. Completo. Deve contenere l’esito della sfida, un feedback aperto di poche righe e una sezione contenente tutte le scuse che ho campato in aria per fallire (o eventualmente tutte le scuse che sono riuscito a sconfiggere per vincere);
  3. Veloce da compilare. Deve invogliarmi a focalizzarmi sull’azione e non sul parlare delle mie azioni.

FEEDBACK (SFIDA SONNO)

a) Sfida posta:

3 DICEMBRE // tempo
– Dormire 7 ore al giorno
. Devo ridurre il mio fabisogno di ore di sonno giornaliere da 8 a 7 svegliandomi per 7 giorni di fila dopo non più di 7 ore dall’addormentamento.
Verifica: vincerò se (A) registrerò su un foglio scritto data e ora del momento in cui vado a dormire e in cui mi risveglio dei 7 giorni; (B) pubblico il foglio del monitoraggio sul blog; (C) dormo non più di 7 ore quotidiane (fa fede il foglio di monitoraggio) pena il fallimento della sfida; (D) rinnovo la sfida ponendomene una nuova riguardante la riduzione o la modifica delle mie abitudini di sonno. La vittoria avviene soltanto se vengono rispettate tutte le 4 richieste qui sopra (A-D).
Special = 6 ore e 59 minuti

b) Esito generale:

sconfitta!;

c) Esito delle varie clausole:

  1. registrerò su un foglio scritto data e ora del momento in cui vado a dormire e in cui mi risveglio dei 7 giorni –> Vittoria! – Ho registrato quotidianamente i miei risultati (anche se sinceramente ho barato scrivendo un pario di volte i risultati con qualche giorno di ritardo;
  2. pubblico il foglio del monitoraggio sul blog –> Vittoria! -In fondo alla pagina trovate la fotografia del foglio di monitoraggio
  3. dormo non più di 7 ore quotidiane (fa fede il foglio di monitoraggio) pena il fallimento della sfida–> Sconfitta! – Ho dormito alcune volte 7 ore ed altre un pochino di più. La sfida (come definita dalla descrizione generale) impone l’imperativo categorico, ovvero 7 ore ogni giorno. Ogni giorno. Non 6 su 7. Quindi ho perso.
  4. rinnovo la sfida ponendomene una nuova riguardante la riduzione o la modifica delle mie abitudini di sonno–> Sconfitta ! – Scelgo di sabotare consciamente questa sfida del sonno. Mi ripropongo però amichevolmente di cercare di cogliere giorno dopo giorno i <<si ma però…>> che mi costringono a non disciplinare il mio sonno. Cercherò inoltre di trovare idee per un risveglio più sano e più efficace.

d) <<Si ma pero (che hanno vinto su di me)…:

  1. la sfida era mal definita>>;
  2. non so lo faccio per me stesso o per mettermi in scena>>;
  3. non ha senso svegliarsi dopo 7 ore se si va a letto sempre a orari diversi>>;
  4. non mi va di svegliarmi dal letto se non ho una buona colazione>>;
  5. non mi va di svegliarmi dal letto se non ho un obiettivo esaltante>>;
  6. ho perso tante sfide, posso perdere anche questa>>;
  7. non penso che interessi a nessuno se dormo 7 ore 21 minuti o 8 ore e 40>>;
  8. anche se vinco questa sfida ne perderò altre 100>>;
  9. se solo avessi qualcuno che mi assistesse sarebbe più facile>>;
  10. sono adato a letto tardi ieri… 7 ore non sono sufficienti>>;
  11. dormire 7 ore è dannatamente insalutare>>;
  12. non ho definito il significato di dormire. Potrei anche avere gli occhi chiusi e sognare ma non dormire, potrei chiamare quest’azione riposarsi profondamente>>;

e) <<Si ma pero (che ho debellato)…:

/// NESSUN <<SI MA PERO’…>> DEBELLATO ///

f) Commento:

Ho gia precedentemente commentato i difetti di questa sfida. Non ho molto da aggiungere.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: